Solo il Ministero dell’Ambiente può stabilire cosa “non è rifiuto”: lo ha stabilito il Consiglio di Stato

  Spetta al Ministero dell’Ambiente – a integrazione di quanto già previsto dalle direttive comunitarie – definire le ulteriori “tipologie” di materiale da non considerare più come rifiuti, in quanto

Capita a volte che nelle gare pubbliche siano prodotte documentazioni “dubbie”. Una recente e interessante sentenza del TAR del Veneto fa chiarezza sul tema. La falsità documentale costituisce causa di